Ultima modifica: 1 Febbraio 2017

Storia del liceo “G. Rodari”

L’attuale liceo “G.Rodari” nasce nel 1971 come Istituto Magistrale divenuto poi, nel 1998, Liceo socio-psico-pedagogico. A partire dallo scorso anno scolastico 2010-2011, a norma del decreto di riordino della scuola secondaria superiore, approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri il 4 febbraio 2010, ha assunto la denominazione di Liceo delle Scienze Umane.

La scuola in passato si è sempre distinta per la capacità di formare operatori scolastici e sociali secondo un’impostazione didattico- metodologica aperta all’innovazione e alla sperimentazione. Il passaggio da istituto magistrale a Liceo ha modificato le finalità di questo tipo di percorso che oggi, alla luce della Riforma, coincidono con quello “zoccolo di saperi e competenze” comune ai percorsi liceali e alla scuola secondaria superiore in generale.

L’innovazione nel corso degli anni ha dato luogo nel Liceo Rodari ad un’organizzazione scolastica che spesso ha anticipato i tempi con iniziative quali l’introduzione della settimana corta, la sperimentazione didattica, l’avvio alla conoscenza multimediale, l’attivazione di progetti di educazione alla pace, l’incentivazione della pratica sportiva.

Oggi il Liceo delle Scienze Umane Rodari, con l’offerta anche dell’ opzione Economico-Sociale, è caratterizzato da un forte impianto culturale di tipo umanistico che non trascura però l’area scientifica. È rivolto in particolare a studenti che siano interessati a future professioni legate all’ambito psico-pedagogico, relazionale e della comunicazione. Nell’opzione economico-sociale fornisce competenze avanzate negli studi relativi alle scienze giuridiche, economiche e sociali.

L’edificio che ospita l’Istituto è stato inaugurato nell’ottobre 2008, è ubicato in una zona non lontana dal centro, di facile accesso e parcheggio ed è circondato da ampi spazi verdi. L’architettura del complesso è moderna e fortemente caratterizzata dalla grandissima piazza di 2500 mq , che costituisce uno spazio interno ma, grazie al suo pavimento particolare, in chiara continuità simbolica con l’esterno.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Non accetto-maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi